Home » Bioedilizia-Dizionario Tecnico » Materiali Dalla Natura

Materiali Dalla Natura

Materiali Dalla Natura - Case Prefabbricate in Legno

Legno:


Il legno è stato sicuramente uno dei primi materiali utilizzati dall'uomo nella creazione di semplici ripari prima e di abitazioni vere e proprie poi.Il legno è uno dei materiali preferiti da parte di coloro che operano nel campo della BioEdilizia poiché numerose sue caratteristiche lo rendono un materiale perfetto.

Rinnovabile: se il prelievo viene gestito in maniera adeguata, gli alberi tagliati verranno automaticamente sostituiti anche senza intervento di piantumazione da parte dell'uomo. Un prelievo compatibile con la capacità di autorigenerazione del bosco permette sia di mantenere in vita il bosco sia di ottenere legname in quantità.
Ecologico: il legno è ecologico nel senso più profondo del termine in quanto all'albero sono legate molte relazioni fra esseri viventi. Utilizzare legno vuol dire evitare il ricorso ad altri materiali il cui impatto ambientale è sicuramente maggiore. Se è vero che il taglio di un albero crea nell'immediato una frattura locale nel ciclo della vita all'interno del bosco, è altrettanto vero che una gestione responsabile dello stesso può contribuire a mantenerlo in vita. Per cui un bosco, gestito secondo i principi della selvicoltura naturalistica, sarà costituito da piante ad alto fusto, ricco in quantità e varietà di specie animali e vegetali e caratterizzato da un ottimo livello di naturalità, in cui l'Ecologia e la Biodiversità sono salvaguardate.
Sostenibile: un albero, quando si decompone o brucia, libera nell'atmosfera la stessa quantità di anidride carbonica (CO2) che, crescendo, ha sottratto all'atmosfera. In altre parole il ciclo di un albero è ad emissione zero di CO2. I boschi in crescita svolgono quindi un'azione di riduzione dell'anidride carbonica dell'atmosfera e contribuiscono conseguentemente al contenimento dell'effetto serra. Risulta pertanto evidente l'importanza di una corretta gestione del ciclo della vita degli alberi.
Salutare: il legno è salutare per vari motivi. Il primo è talmente ovvio che spesso sfugge: utilizzare legname per realizzare o arredare le abitazioni vuol dire vivere in un ambiente salutare, migliorando così la qualità della vita, in quanto prodotto completamente naturale. Un'altra importante peculiarità del legno è che, quando lasciato libero di respirare, è in grado di contribuire significativamente alla regolazione del clima interno alle nostre abitazioni, assorbendo e rilasciando umidità, così che, se la presenza del legno è considerevole, negli ambienti si avrà un elevato comfort termico. Anche i risvolti psicologici derivanti da un contatto o dalla vista di un materiale naturale e caldo come il legno sono di grande rilevanza per la nostra salute.


Lana di roccia:


La lana di roccia venne scoperta sulle isole Hawaii agli inizi del secolo. Deve la sua origine al processo di risolidificazione, sotto forma di fibre, della lava fusa proveniente dalle attività eruttive dei vulcani. È quindi un prodotto completamente naturale che combina la forza della roccia con l'elevata capacità di isolamento termico e acustico tipiche della lana, derivanti dalla sua struttura a celle aperte.

Protezione al fuoco: la lana di roccia, essendo un materiale prettamente inorganico che fonde a temperature superiori ai 1000°C, non contribuisce né allo sviluppo ed alla propagazione dell'incendio né all'emissione di gas tossici.
Resistenza termica: la presenza di un'infinità di celle all'interno della sua struttura, consente alla lana di roccia di essere un ostacolo al passaggio del caldo e del freddo e di sviluppare una forte azione isolante.
Assorbimento acustico: la struttura a celle aperte della lana di roccia favorisce l'assorbimento delle onde acustiche e permette di attenuare l'intensità e la propagazione del rumore.
Stabilità all'umidità: la lana di roccia, per la sua particolare struttura, non assorbe né acqua né umidità, preservando così tutte le sue caratteristiche anzidette nel tempo.
Proprietà batteriologiche e tossicità: la lana di roccia è chimicamente neutra, non contiene alcun prodotto aggressivo o corrosivo e non fornisce supporto alla crescita di microrganismi, quali funghi, muffe e batteri. Inoltre la natura prettamente inorganica dei prodotti in lana di roccia fornisce, in caso di incendio, garanzie di sicurezza ai fini dell'emissione di fumi e gas tossici.

Fibra di legno:

La fibra di legno è un coibente termoacustico naturale derivato da scarti di lavorazioni in segheria. I trucioli di legno, provenienti direttamente da segherie e non da falegnamerie, il cui legname può essere pretrattato, non contengono sostanze tossiche additivate.Le tipologie di pannelli che si possono ottenere variano in funzione del tipo di legante impiegato per l'assemblaggio delle fibre di legno, realizzando pannelli da fibre di pioppo legate con magnesite alla temperatura di 500°C, pannelli da fibre legate con calce e cemento bianco, pannelli da fibra di conifera autoincollata con la lignina ivi contenuta, etc.Tali pannelli possono essere impiegati in svariate situazioni per coibentare, per esempio, solai da calpestio, solai di copertura, pareti multistrato, pareti con il sistema a cappotto, etc.


Fibra di canapa:


La fibra di canapa presenta eccellenti qualità. È infatti un ottimo isolante termico, è traspirante, conferisce una piacevole sensazione di fresco, è igroscopica, è inattaccabile da acari, muffe, funghi e tarme, non conduce energia elettrica per cui non si carica di elettricità statica, è tenace e resistente alla rottura, allo strappo ed all'usura, è resistente allo sporco, è anallergica, è gradevole al tatto, resiste ottimamente ai raggi U.V. e soprattutto è un materiale totalmente ecologico.


Fibra di gesso:


I pannelli in fibra di gesso (o gesso fibroso) sono composti da gesso speciale di alta qualità e fibre di cellulosa speciali. La miscela viene addizionata di acqua e compressa ad alta pressione in modo da formare lastre resistenti e monolitiche. Una volta pronte, le lastre sono essiccate e tagliate nei vari formati.L'intero processo produttivo per soddisfare i criteri di biocompatibilità è sottoposto ai più severi controlli di qualità. Sono quindi prodotti completamente naturali che non temono l'umidità. Sono inoltre lastre con ottimi requisiti di resistenza meccanica, isolamento termoacustico e resistenza al fuoco, caratterizzate da grande semplicità d'impiego. Già con esecuzioni standard infatti, con spessori di soli 10 mm, si possono realizzare costruzioni antincendio 30-120 REI e, anche impregnate d'umidità, le lastre in fibra di gesso riacquistano, dopo essersi asciugate, la loro iniziale stabilità. Inoltre la stuccatura è particolarmente semplice, con risparmi di materiale e di tempo per l'esecuzione.