Che senso ha comprare una casa in bioedilizia se poi la si arreda con gli stessi criteri che si utilizzano per gli immobili tradizionali? Per completare al 100% il concetto di sostenibilità, anche gli interni dell’abitazione devono essere comprati nel pieno rispetto dell’ambiente. E, attenzione: questo non significa minimamente che gli interni ecologici siano brutti. Anzi, andando a curiosare in giro rimarrete sicuramente senza parole!

Buono senza rinunciare al bello

Arredare una casa prefabbricata in legno può rivelarsi un’operazione ben più complicata del previsto, anche perché l’arredamento non deve far venire meno i precetti di comodità e prestazioni energetiche con cui un’abitazione di questo tipo viene costruita. Andare a scegliere un arredamento per una casa in legno è quindi un momento molto divertente ma anche impegnativo e da non sottovalutare: spesso si dice che il bello è scomodo, e non è così lontano dalla realtà. Inoltre spesso chi possiede un’abitazione ecologica cerca un arredamento che la renda ancora più ecologica e funzionale.

Se siete quindi nel panico e in alto mare, e non sapete proprio a chi rivolgervi, questo articolo vi verrà incontro: abbiamo infatti stilato una lista di consigli estremamente utili, che non sacrifichino minimamente la resa estetica e siano al contempo pratici e comodi.

Bisognerà analizzare lo stile dell’arredamento, gli arredi stessi in modo che siano perfettamente idonei alla casa che andranno ad occupare in base a spazi e forma, l’estetica e la loro funzionalità in modo da ridurre al minimo il rischio di fare delle scelte sbagliate. È importante però capire che arredare una casa prefabbricata in legno è molto diverso dall’arredare una casa tradizionale in muratura, in quanto in questo caso la scelta dei materiali e i più piccoli dettagli possono fare davvero la differenza, e si possono scegliere arredi innovativi e tecnologici che siano oltre che ecologici, anche estremamente sicuri.

Motivazioni e stile

Prima di iniziare, però, è opportuno che chi legge capisca bene questa domanda (e la sua conseguente risposta): perché è importante scegliere l’arredamento sostenibile, e perché migliora il rendimento energetico e la sicurezza della casa? I motivi sono in realtà molto simili a quelli che abbiamo visto più volte per quanto riguarda il preferire la bioedilizia all’edilizia tradizionale. Infatti investire in uno stile green consente di risparmiare sulla gestione domestica. E poi risorse green riducono l’utilizzo del carbonio, salvaguardando la salute prima di tutto di chi vive nella casa e poi di tutto il resto del Pianeta.

Ciò comunque non vuol dire rinunciare al bello ma, anzi, sperimentare nuovi stili. Ovviamente a seconda di quello che scegliete saranno anche molto diversi i mobili da far entrare nell’abitazione prefabbricata in legno. Lo stile più diffuso è quello che viene definito Country Chic Style, una corrente estetica che dà molto risalto ad arredi che richiamano – da nome – la vita campagnola. Si tratta quindi di mobili con legno grezzo, letti in stile cottage e un design prettamente rustico. Al secondo posto c’è lo Shabby Style che prevede l’inclusione di mobili antichi o umili, rivisitati, ristrutturati e colorati con i colori tipici di questo arredamento.

Molto diffuso è anche il Minimal Style, che vuole un arredamento pulito ed essenziale con linee semplici e colori neutri, che vadano dal bianco (per lo più lucido, ma anche opaco), diverse tonalità di grigio, e il nero. Questi come detto sono gli stili più gettonati, ma ce ne sono tanti altri che girando nei negozi specializzati potrete sperimentare e conoscere, e se nulla vi soddisfa non è vietato fondere più stili diversi, in base ai vostri gusti magari giocando sulle tonalità calde o fredde dei colori. Insomma, i vostri gusti devono essere al primo posto.

Qualche idea

Ci sono diverse cose da considerare per unire l’estetica alla funzionalità dell’arredamento di una casa prefabbricata in legno. Dovete guardare a materiali ecologici, vernici ecologiche e non chimiche, scegliere arredi che contribuiscano all’isolamento termo-acustico dell’abitazione e che limitino al massimo l’uso dell’acqua e far sì che siano presenti diverse piante.

I materiali sostenibili negli arredi sono importanti perché continuano la filosofia con cui è stata realizzata l’intera casa, quindi l’ecologia e il basso impatto ambientale. Naturalmente per una casa prefabbricata, quale volete che sia il materiale migliore nell’arredamento di una casa prefabbricata in legno? Ovviamente in legno! E fortunatamente oggi il legno è molto facile da trovare anche in arredi di design, in sedie, tavoli, letti di tutti i brand, anche sostenibili a livello economico. Se volete qualcosa di più bohemien e avete una certa manualità, potete riutilizzare vecchi mobili o farveli da soli.

Le vernici sono assolutamente fondamentali per quanto riguarda l’arredo di una casa in bioedilizia e la pittura delle sue pareti. Ne troverete di diversi tipi sul mercato, ci sono quelle classiche da spennellare ma anche le spray e i profumi COV, ovvero fatti di composti organici volatili che contengono sostanze chimiche a base di anidride carbonica che poi evapora nell’aria, contribuendo ad abbassarne la qualità e a problemi di salute quali vertigini, nausea ed emicrania. Meglio quindi evitare queste tipologie di tinture estremamente nocive, optando per vernici naturali o comunque con prodotti con basse percentuali di COV.

La casa prefabbricata in legno viene realizzata con pareti isolanti, che aumentano il comfort abitativo evitando l’utilizzo intensivo del riscaldamento e della climatizzazione estiva, e anche di sentire i fastidiosi rumori esterni. Quindi avere una casa di questo tipo ha già questo vantaggio iniziale, ma ciò non significa che non possa essere ulteriormente migliorato. Scegliere l’arredo di una casa prefabbricata in legno può significare molto anche in questi termini. Per esempio le tende se sono spesse e si estendono oltre il telaio dell’infisso, aiutano molto. Inoltre ricordatevi di aprirle durante il giorno, per permettere l’entrata del calore solare, mentre se le chiudete la sera contribuirete a mantenerlo in casa.

Acqua e piante

In un periodo come questo, dove ogni anno ci sono lunghi periodi di siccità, meglio non sprecare l’acqua, ovvero ciò che di più prezioso abbiamo su questo pianeta (non a caso viene chiamato anche oro bianco). Cercate di limitarne l’uso, quindi, e anche di ridurre i costi della bolletta installando dei servizi igienici, dei soffioni e dei rubinetti che consumino poco. Tenete conto che ciò che ci fa consumare più acqua sono proprio la doccia e altri servizi igienici, ma con soffioni a flusso basso e con i più moderni sistemi di scarico ridurrete enormemente il consumo acquatico della vostra casa.

Infine, riempite (senza esagerare) la vostra casa prefabbricata in legno di meravigliose piante, che rendono ancora migliore la qualità dell’aria, che a sua volta migliorerà notevolmente la qualità della vostra vita. Non sottovalutate le piante d’appartamento perché secondo alcune ricerche sono in grado di abbassare i livelli di inquinamento atmosferico e anche di ridurre i periodi di stress. E sono degli stupendi oggetti di design, che non stancano mai e che al contempo migliorano la salute.